Comunicazione in tempo reale

    UVAX ha sviluppato una piattaforma di comunicazione unica, basata sulla tecnologia PLC a banda larga (B-PLC Broadband Power Line Communication), che permette di trasmettere dati ad alta velocità attraverso la rete elettrica per ottenere informazioni in tempo reale.


    infografias TECNOLOGIA

    UVAX inizia la sua attività nel campo della R+S e fabbricazione di apparecchiature B-PLC nel 2006, ed è attualmente una delle poche imprese globali con numerosi progetti in vari settori industriali, con vasta esperienza nella tecnologia B-PLC.

     

    Perché la PLC?

     

    · Perché non necessita di cablaggio aggiuntivo per l’installazione. Utilizza le reti elettriche esistenti e sottoutilizzate delle città.

     

    · Perché raggiunge velocità di trasmissione di dati fino a 600 Mb/s.

     

    · Perché permette di creare soluzioni innovative per città intelligenti.

     

    · Perché coesiste con altre tecnologie: fibra ottica, radiofrequenza, ecc.

     

    Il concetto di trasmissione di dati attraverso linee elettriche è antico come l’impianto elettrico. Fin dai primi tempi, venivano inviati impulsi di segnalazione attraverso le linee elettriche per indicare certi stati, rilevare guasti nella rete, telemetria, o anche dividere informazioni tra le stesse sottostazioni elettriche. I costanti sforzi di ricerca e sviluppo nelle tecniche di modulazione, codificazione, iniezione ed elaborazione dei segnali, hanno permesso di arrivare attualmente a eccellenti livelli di velocità e affidabilità.

     

    I primi usi con pacchetti più ampi utilizzavano come radio onde portanti frequenze tra i 20 e i 200 kHz, oggi conosciuto come norma IEC61334, utilizzando le bande CENELEC-A-B-C. Questa trasmissione si considera PLC a “banda stretta”, ed è capace di trasmettere informazioni a una velocità fino a 200 kBits/s.

     

    Nel 2003 sono stati iniziati i lavori in un sistema denominato “DLC (Distribution Line Carrier) System Technology”, che si considera Banda stretta di Media Velocità, trasmettendo con frequenze tra 9 e 500 kHz, con una velocità fino a 576kBits/s. Questa tecnologia è servita come base per l’alleanza PRIME (PoweRline Intelligent Metering Evolution), costituita da varie imprese del settore nel 2009, e dedicata principalmente al servizio di telegestione in relazione agli “Smart Meters”, o Contatori intelligenti.

     

    Parallelamente, sono stati compiuti sforzi per lo sviluppo e l’evoluzione della B-PLC (Broadband Power Line Communication), vale a dire PLC a banda larga. Attualmente, grazie alla tecnologia più avanzata nell’integrazione di sistemi digitali, si è riuscito a trasmettere a velocità che arrivano a trasferire dati fino a 600MBits/s, e possibilmente si raggiungeranno a breve i 1.000Mb/s . La combinazione di elevata integrazione di circuiti digitali e analogici, nuove tecniche come nel caso dell’OFDM (Orthogonal Frequency Division Multiplexing), elaborazione digitale dei segnali, e altre tecniche applicate in questa tecnologia, ha permesso di portare la PLC a livelli che possono competere con altri sistemi di comunicazione, sia a livello di prestazioni che di prezzo.